MangioSanoVivoMeglio: dal nostro Istituto un compito di realtà per la seconda media

Per la classe 2B della Scuola secondaria di Primo grado dell’Istituto Omnicomprensivo Mameli-Magnini di Deruta è stato sviluppato il compito di realtà dal titolo “MangioSanoVivoMeglio”,  un’interessante attività realizzata intorno alla tematica della buona alimentazione e non solo.

In particolare l’attenzione è stata posta sull’importanza e necessità della merenda di metà mattinata, scoprendo che l’energia di cui il nostro corpo ha bisogno è quantificabile e dipende da molti fattori: età, sesso, attività sportiva, ecc.

I ragazzi sono stati coinvolti direttamente nelle indagini relative al proprio fabbisogno calorico, hanno calcolato, confrontato, discusso e tabulato le informazioni emerse. Dalla merenda si è poi passati a riflettere su alcune abitudini e interessi alimentari, mediante interviste all’interno della classe, ad altri coetanei e ad adulti, genitori e nonni, potendo così osservare le differenze delle abitudini alimentari nel corso degli anni.

L’attività è servita ad avviare uno spunto di riflessione sul fatto che gli alimenti sono diversi sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo e che occorre conoscere ciò che si mangia perché l’alimentazione non è solo un modo per soddisfare una necessità biologica ma anche e soprattutto un modo per raggiungere un più ampio benessere.

Tutte le varie fasi del progetto sono descritte nella seguente presentazione,

mentre vi invitiamo a visionare i video rappresentativo dell’esperienza.

 

 

Webinar gratuiti MLOL

Sono disponibili tre corsi online gratuiti di MLOL Scuola – media library online – nel mese di giugno per l’impiego delle risorse digitali nella didattica.

Per le iscrizioni (entro il 15 giugno):

Contenuti digitali per la primaria

Contenuti digitali per la Secondaria di primo grado

Contenuti digitali per la Secondaria di secondo grado.

Per chi non potrà seguire la diretta, sarà reso disponibile un video del corso successivamente.

 

Un’ottima Torta al Testo quella della Seconda D della scuola media di Deruta

Anche per il 2018 l’Istituto Omnicomprensivo Mameli-Magnini di Deruta è stato premiato dall’Aica – Associazione italiana per l’informatica ed il calcolo automatico che si occupa della diffusione della cultura digitale – e dall’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria per il concorso dal titolo “Noi, robot. Didattica e nuove frontiere tecnologiche”, che intende promuovere percorsi di apprendimento innovativi attraverso l’uso delle nuove tecnologie, per favorire le capacità critiche e creative dei giovani negli ambiti della cittadinanza digitale, motivandoli a vivere la scuola come luogo di costruzione della conoscenza in cui si sperimenta e si applica l’innovazione, sviluppando nuove forme di apprendimento.

Il progetto vincente è “Tortaltesto Deruta”, un percorso di ricerca e valorizzazione di un bene culturale immateriale legato al paesaggio attraverso le nuove tecnologie, dallo storytelling al 3D, dalla robotica alla creazione di contenuti web e presentazioni e video, realizzato dagli alunni della classe Seconda D della Scuola secondaria di primo grado, guidati dai docenti di Tecnologia, Scienze, Lettere, Sostegno alla classe, Musica e Strumento musicale. A partire dalla raccolta delle testimonianze sul territorio relative alla torta al testo, l’attività si è sviluppata attraversando la scienza, il gioco, trovando persino una sua realizzazione effettiva nella cucina della scuola, anche se la tradizione non è stata soltanto messa in tavola, ma è divenuta – grazie alla tecnologia – digitale.

L’obiettivo è stato di riuscire a sviluppare un’integrazione efficace della tecnologia, a livello interdisciplinare, in modo di approfondire e migliorare il processo di acquisizione di conoscenze, abilità, competenze tramite il coinvolgimento attivo, la collaborazione tra docenti e le connessioni con il mondo reale, per un apprendimento autentico e significativo.

Gli alunni che hanno partecipato al progetto sono Gabriele Ambroglini, Giulia Ambroglini, Giorgia Biagioni Angeli, Camilla Boccali, Francesco Brescaro, Maria Vittoria Cesaretti, Alessia Ciliani, Elena Cuppoloni, Chorouk Dalal, Rebecca Maccioni, Alice Miccio, Matilde Monni, Federico Montigiani, Elisabetta Moretti, Francesco Palushi, Sofia Perelli, Sara Romani, Cecilia Supini, Edoardo Tenerini, Arta Turkeshi, Elvin Zika, Giovanni Zugarini.

I docenti coinvolti sono Mauro Branda, Stefano Cappelli, Maria Cristina Ceccarelli, Camelia Cecchetti, Tatiana Piantoni, Anna Maria Scappini.

Il sito web “Tortaltesto Deruta” è raggiungibile al link goo.gl/EuBct9.

Il Tempo Prolungato per la Giornata della Memoria 2018

Pubblichiamo i cartelloni che gli alunni del Tempo Prolungato della Scuola media di Deruta hanno realizzato durante il mese di gennaio per commemorare la Shoà in occasione della Giornata della Memoria 2018.

I temi sviluppati sono quelli che sono stati affrontati durante l’attività di laboratorio che visto un percorso di esplorazione che è partito dai cineforum dedicati ai film “La ladra di libri” e “Il bambino con il pigiama a righe”, per poi snodarsi in un approfondimento scientifico intorno alla non esistenza delle razze umane.

Alfred Einstein affermava: “L’unica razza che conosco è quella umana.”

I lavori sono accessibili alla galleria qui. anche come slideshow .

 

Curricolo digitale e cyberbullismo: siamo apocalittici o integrati?

Vista la rapidissima evoluzione della tecnologia, in particolare di quella legata all’informazione e alla comunicazione, che ha portato a una profonda trasformazione, ancora poco omogenea e in piena metamorfosi, non solo del modo di comunicare, ma anche della relazione tra gli individui, la rete sociale risulta quanto mai ingarbugliata e bisogni, diritti, doveri, valori culturali ed etici vacillano pericolosamente.

In questa fase di incertezza ed evoluzione, la scuola si trova in difficoltà: ha il compito di educare e formare i futuri cittadini e per questo deve trovare gli strumenti più adatti, impegnandosi in un processo di adeguamento, sia delle metodologie sia della didattica sia dei contenuti, andando oltre la pura formazione cognitiva, per un apprendimento che preveda il saper fare, partendo dalla conoscenza e le abilità, fino a raggiungere quelle che sono le competenze.

Rispetto alla competenza digitale, l’idea della scuola italiana, in linea con le direttive europee – in riferimento al framework europeo DigiComp – è che gli studenti non acquisiscano un mero uso strumentale delle tecnologie, ma che arrivino ad utilizzare le Tic in maniera funzionale, in particolare sviluppando un corretto comportamento nell’ambito dell’esercizio della cittadinanza digitale.

 

Dopo l’evento Coding@MameliMagnini 2017, di promozione del pensiero computazionale e della cultura digitale a scuola – azione #17 del PNSD -, che ha avuto un’ampia partecipazione di alunni e docenti, il nostro Istituto prevede la costituzione di un tavolo tecnico che tracci le linee guida per la successiva costruzione di un curricolo digitale verticale, relativo anche ai traguardi di competenza in uscita dal primo ciclo di istruzione, e un incontro con la polizia postale per venire incontro alle esigenze, sempre più impellenti, legate al tema del bullismo e il cyberbullismo, per un corretto comportamento in rete.

 

Riguardo al curricolo digitale, azione #14 #15 del PNSD, il tavolo tecnico che analizzerà le competenze richieste dal quadro europeo – a partire dagli ambiti riguardanti l’informazione, la comunicazione e la collaborazione, il problem solving, la sicurezza, la creazione di contenuti – sarà costituito dal Team dell’Innovazione digitale e dalle figure che si occupano del curricolo e delle competenze, di concerto con l’attività Curricolo digitale nel Primo Ciclo”, gestita dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, che coinvolge la quasi totalità degli Istituti della regione.

 

Dopo l’evento sul bullismo e cyberbullismo, che si terrà il 19 febbraio 2018 dalle 10.00 alle 12.00 presso il cinema di Deruta, con la partecipazione della polizia postale, si prevedono una serie di azioni didattiche relative alla cittadinanza digitale, la sicurezza, l’uso dei social network, l’educazione ai media, il cyberbullismo.

Un valido aiuto per la realizzazione delle attività è dato dal sito di GenerazioniConnesse che fornisce un numeroso materiale per la costruzione di lezioni relative a questi temi.

In particolare si segnala la serie web i Supererrori del Web, che offre preziosi spunti di riflessione e attività, soprattutto relativamente ai social network, e due manuali dedicati agli argomenti, con effettive proposte didattiche da realizzare in classe.

Inoltre, sempre il sito GenerazioniConnesse propone una serie di corsi gratuiti, dal cyberbullismo alla media education, disponibili per i docenti interessati.

 

Viste le nuove indicazioni da parte del Miur, si prevede una redifinizione del regolamento d’Istituto legato al BYOD, ancora non attivo – azione #6: linee guida per politiche attive di BYOD (Bring Your Own Device – utilizzo di dispositivi personali non forniti dall’istituzione scolastica).

 

Infine, si ricorda che il 6 febbraio 2018 è il Safer Internet Day, il Giorno della Sicurezza in Rete, che quest’anno ha il titolo “Crea, collega e condividi il rispetto: un internet migliore inizia con te”.

 

I manuali di GenerazioniConnesse

Il manuale di GenerazioniConnesse per i ragazzi della Primaria

GenerazioniConnesse-Kids.pdf

Il manuale di GenerazioniConnesse per i ragazzi della Secondaria di primo grado

GenerazioniConnesse-Teens.pdf

Il manuale di GenerazioniConnesse per i docenti della Scuola del primo ciclo

GenerazioniConnesse-Docenti.pdf.

 

Attività consigliate

Quarta classe Primaria

Pagine 15-16 del manuale manuale-docenti

Quinta classe Primaria

17-18 del manuale-docenti

Prima classe della Secondaria di primo grado

pag. 20 del manuale-docenti

Classe seconda della Secondaria di primo grado

pag. 21 del manuale-docenti

Classe terza della Secondaria di primo grado

pag. 22-23 del manuale-docenti.

 

Attività didattica sulle Fake news

www.generazioniconnesse.it/site/it/fake-news-materiali/

 

Altro

Dipendenza da cellulari e da web, articolo su Repubblica

Non solo millennials, anche i genitori sono schiavi del web.