didattica digitale

La Mameli-Magnini vince il concorso AICA 2017

Con “DERUTA+evolution” l’Istituto Omnicomprensivo di Deruta mostra la sua vocazione digitale

deruta evo 3

 Dopo una partecipata selezione, il progetto “Deruta+evolution” della classe Terza D della Scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Omnicomprensivo Mameli-Magnini di Deruta è risultato vincitore del prestigioso concorso regionale “AR & 3D. Mondi virtuali e realtà aumentata per la scuola del futuro” – promosso dall’USR regionale e dall’AICA, l’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico – dedicato alla promozione delle competenze digitali tra gli studenti.
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Galleria di storia naturale di Casalina, del CAMS, il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di Perugia.
“A partire da un’attività scolastica di ricerca e approfondimento condotta con le nuove metodologie di didattica laboratoriale, con “Deruta+evolution” si è voluto promuovere la ricchezza del territorio di Deruta – spiega Isabella Manni, dirigente scolastica dell’Istituto Mameli-Magnini – divulgando il percorso dell’evoluzione umana vista attraverso la Galleria di storia naturale, usando gli strumenti tecnologico-digitali dell’informazione e della comunicazione, come il 3D, la realtà virtuale, la realtà aumentata, il QRcode, video, coding, mappe, e la costruzione di un sito web, con editing di testi, immagini e grafica digitale”.

Schermata 2017-06-02 alle 19.02.07

In particolare, con la realtà aumentata si è potuto raccontare come la scienza abbia seguito il percorso di evoluzione delle specie, mentre con il 3D si è riprodotta l’intera Galleria di storia naturale, ideando persino uno specifico percorso museale dedicato all’evoluzione umana, navigabile anche come realtà virtuale, tra i calchi dei teschi degli ominidi e bellissimi animali impagliati provenienti dalle collezioni dei naturalisti Orazio Antinori – Perugia 1811, Lètderuta evo 4 Marefià 1882 – e Giulio Cicioni – Cerqueto 1844, Perugia 1923.
Questo, e altro ancora, è offerto dal sito “Deruta+evolution”, facilmente raggiungibile digitando l’url breve goo.gl/q53QVo. Inoltre, consultando le pagine web, si può scoprire che è possibile stampare un opuscolo che contiene i link a tutti i media prodotti, raggiungibili da smartphone o tablet, ovunque ci si trovi.

Al progetto hanno collaborato i naturalisti Angelo Barili e Sergio Gentili dell’Università degli Studi di Perugia, mentre gli insegnanti coinvolti sono la professoressa Anna Maria Scappini, di Matematica e Scienze, il professore Stefano Cappelli, di Tecnologia, la professoressa Maria Cristina Ceccarelli di Lettere e la professoressa Isabella Boco, di Sostegno alla classe.

Ma i veri protagonisti di “Deruta+evolution” sono gli alunni della Terza D: Nicolò Baldoni, Salima Bilal, Letizia Biselli, Francesco Branda, Devid Caprio, Nicole Collaro Valente, Isabella Doris Eftimie, Matteo Fagiolo, Letizia Fossi, Federico Lanari, Abde Rafii Msahel, Erik Niccacci, Leonardo Papini, Andrea Romani, Federico Tenerini, Giovanni Trequattrini e Alessandro Volturno, che si sono molto impegnati nella realizzazione dell’attività.

Il sito è raggiungibile al link: sites.google.com/view/derutaplusevolution/deruta-evolution

e all’url breve: goo.gl/q53QVo.

Qui il link all’USR Umbria:istruzione.umbria.it/id.asp?id=4507.

e qui il link al verbale del punteggio dei vincitori tra i selezionati: istruzione.umbria.it/news2017/ahttp://istruzione.umbria.it/id.asp?id=4507ica/Verbale_AICA_2017B.pdf.

Buona navigazione!

Scade il prossimo 5 maggio alle ore 15.00 il bando PON dedicato alla creatività e alla cittadinanza digitale, la cui finalità è quella di comprendere diritti, doveri e potenzialità della rete e delle nuove tecnologie nell’ambito di una scuola aperta, inclusiva e innovativa.

 

Il bando è incentrato sulle competenze digitali, “sempre più riconosciute come requisito fondamentale per lo sviluppo sostenibile del nostro Paese e per l’esercizio di una piena cittadinanza nell’era dell’informazione”.

www.istruzione.it/pon/avviso_cittadinanza-creativita.html

Avviso pubblico per lo sviluppo del pensiero computazionale, della creatività digitale e delle competenze di “cittadinanza digitale”, a supporto dell’offerta formativa (Prot. 2669 del 03 marzo 2017).

 

 

saferInternet day“Diventa il cambiamento: insieme per un internet migliore”: è questo lo slogan del Safer Internet Day, l’evento internazionale dedicato alla sicurezza in rete che si terrà il 7 febbraio 2017, e che è arrivato quest’anno alla sua XIV edizione. Lo scopo principale dell’iniziativa è quello di promuovere tra i bambini e i ragazzi l’uso consapevole e sicuro di Internet e della tecnologia digitale, cogliendone soprattutto la ricchezza e le tante opportunità offerte. D’altra parte l’obiettivo è anche di offrire supporto ai genitori e agli insegnanti che si impegnano nel sostenere i propri figli e i propri alunni in questo percorso di ricerca e di crescita personale.

In Italia il Safer Internet Day è coordinato dal Miur attraverso il progetto Generazioni connesse che ruota attorno al portale omonimo raggiungibile da qui.

Generazioni connesse propone molti contenuti, indirizzati ai bambini o ai ragazzi, ai genitori o agli insegnanti. I temi sono tutti quelli che interessano il web e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: dal cyberbullismo al galateo online, dai videogiochi alla privacy.

Si segnalano:

www.saferinternetday.org, il sito internazionale di riferimento per l’iniziativa

www.generazioniconnesse.it/site/it/le-armi-segrete, le armi segrete per il web

www.generazioniconnesse.it/site/it/galateo-online, il galateo online per ragazzi e ragazze

L’Helpline Generazioni Connesse.

Il numero gratuito per ottenere consigli, consulenze, aiuto è l’1.96.96: è attivo 24 ore su 24 ed è a cura del Telefono Azzurro

 

Safer Internet Day edizione 2016

 

 

 

 

 

Seminario “Coding e pensiero computazionale”.

Segnaliamo alcuni dei webinar disponibili su YouTube dei seminari conclusivi dei corsi online offerti dalla casa editrice Zanichelli.

Gli argomenti sono di vario tipo:

Buona visione.

 

 

 

 

 

 

 

schermata-2016-11-09-alle-13-49-35La scuola a prova di privacy” è il vademecum a cura del Garante per la protezione dei dati personali che nasce per sostenere le scuole nell’ambito della privacy, suggerendo i corretti comportamenti che si debbono tenere nella gestione dei dati che riguardano in particolare gli alunni e le famiglie. Con un’attenzione a ciò che accade con un tipo di scuola “2.0” che sempre più ha a che fare con le tecnologie dell’informazione, le quali, se da una parte aprono un canale che aumenta lo scambio comunicativo, dall’altro creano delle possibili situazioni di diffusione involontaria di dati sensibili.

Il vademecum si sviluppa in diverse sezioni: regole generali, vita dello studente, mondo connesso e nuove tecnologie, pubblicazione online, videosorveglianza e altri casi.

Buona lettura.

www.garanteprivacy.it

MOOC cos'è…disponibili per noi insegnanti, utilizzando la modalità della didattica digitale.

Come

Tecnologie didattiche (a cura di Paolo Ferri)”. Offerto dall’Università di Milano Bicocca. Qui.

e

Imparare a imparare: i DSA nella scuola delle competenze“, seconda edizione. Offerto dall’Università degli Studi di Perugia. Qui.

 

Buon corso a tutti voi.

 

 

 

 

Microsoft e l’Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola, l’ ANP, in collaborazione con DIRSCUOLA, propongono tre seminari online gratuiti sotto forma di webinair, dedicati alla didattica digitale con l’utilizzo dei prodotti Microsoft. In particolare si tratterà di lezioni interattive con Sway, l’uso del cloud con O365 e di Onenote per la gestione della classe.

“L’obiettivo è quello di creare esperienze complete e coinvolgenti per incoraggiare l’apprendimento continuo, favorendo nei giovani e negli adulti lo sviluppo di competenze essenziali per la vita quotidiana e aiutando i dirigenti della scuola, i docenti e gli studenti a raggiungere risultati sempre migliori. In linea con queste finalità, Microsoft ed ANP organizzano tre seminari online, da fruire liberamente e comodamente a casa o dall’ufficio tramite il proprio computer, e vogliono così contribuire alla formazione dei dirigenti e dei docenti all’utilizzo di 3 semplici strumenti gratuiti per rendere la scuola sempre più innovativa e digitale”.

Per partecipare è sufficiente registrarsi ai link seguenti.

1. O365 per la scuola (Come utilizzare il cloud per gestire Posta elettronica di istituto, ambiente di condivisione illimitato per i documenti, lezioni a distanza e registrate, colloqui con genitori)

2 maggio ore 18.00-19.00, con iscrizione.   

2. SWAY per la lezione interattiva (Come realizzare Lezioni multimediali ed interattive condivisibili con un link, disponibili per qualunque dispositivo e di grande impatto)

9 maggio ore 18.00-19.00, con iscrizione.    

3. Onenote per la gestione della classe (Creazione dei piani delle lezioni e organizzazione dei contenuti in notebook digitali condivisi, utilizzo di strumenti per la classe inclusiva)

16 maggio ore 18.00-19.00, con iscrizione.   

 

 Dal sito della Pearson riproponiamo e segnaliamo i prossimi corsi in Umbria sul digitale a scuola a cura della nota casa editrice. I corsi sono disponibili previo contatto con il consulente personale di zona.

Bastia Umbra (PG). A lezione con la LIM nella Scuola Primaria

28/04/2016

Presso la Scuola Primaria di Bastia Umbra (PG), corso base interdisciplinare “A lezione con la LIM” tenuto da Luca Di Dio. 

Orvieto. A lezione con la LIM nella Scuola Primaria

14/04/2016

Presso la Scuola Primaria “Sette Martiri” di Ciconia – Orvieto (TR), corso di formazione per l’uso in classe di LIM e LimBook tenuto da Luca Di Dio. 

Spoleto (PG). A lezione con la LIM nella Scuola Primaria

13/04/2016

Presso il 2° Circolo Didattico di Spoleto, corso base interdisciplinare “A lezione con la LIM” tenuto da Luca Di Dio. 

Perugia. Clicco e insegno

11/04/2016

Presso la Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “Assisi 2” di Perugia, seminario disciplinare “Clicco e insegno. Motivare e gestire la classe con le tecnologie attraverso i prodotti digitali, per una didattica inclusiva e partecipativa”. Interviene Luca Di Dio. 

Marsciano (PG). A lezione con la LIM nella Scuola Primaria

07/04/2016

Presso la Scuola Primaria “Ammeto” di Marsciano (PG), corso base interdisciplinare “A lezione con la LIM” tenuto da Luca Di Dio. 

 

Il titolo ha un’apertura poetica: “M’appare il mondo” e continua così “Dalle carte alla Terra digitale partecipata“.

Si tratta anche in questo caso di un MOOC – Massive Open Online Course – che, visto il suo successo, è stato riproposto per ben quattro edizioni consecutive. Anche se l’ultima edizione del corso si è chiusa lo scorso anno, il Polimi ha permesso che i contenuti rimanessero aperti e a disposizione on line. Il corso riguarda la geografia, le scienze naturali, la matematica e non solo, come viene specificato nella home page: “Le carte geografiche hanno sempre costituito uno strumento essenziale per gli uomini nella scoperta di nuovi spazi, nella loro prima descrizione e nella maggiore conoscenza del territorio abitato. Oggi il concetto di Carta evolve verso i nuovi strumenti partecipati per la pubblicazione condivisa delle informazioni georiferite. Questo rapido excursus ci aiuta a capire come usare e combinare le carte digitali esistenti per creare la “nostra” carta e come contribuire alla costruzione di carte condivise che includano i nostri personali contenuti”. Il corso è “un breve excursus sulla cartografia dai primordi agli sviluppi più recenti” in cui “vengono illustrati i concetti di geoposizionamento, sistemi di coordinate e di riferimento, proiezioni cartografiche, metodologie di acquisizione dei dati (rilevamento, fotogrammetria, telerilevamento, sensori), scala della carta, cartografia digitale multidimensionale, GIS e internet GIS”. “Il taglio delle lezioni è rigoroso ma divulgativo, privilegiando l’intuitività e l’esemplificazione alla dimostrazione matematica”.

Per accedere alle lezioni è necessaria l’iscrizione.

 

 

Il 9 febbraio 2016 è il Safer Internet Day, la Giornata mondiale della sicurezza in rete, giunta alla sua XIII edizione, il cui obiettivo fondamentale è di promuovere un uso sicuro, responsabile e positivo delle tecnologie online specialmente tra i bambini e i ragazzi. Il tema di quest’anno è “Fai la tua parte per un Internet migliore” e in Italia le attività presentate sono soprattutto incentrate sulla prevenzione del cyberbullismo, fenomeno in aumento e che è sempre più spesso in primo piano nelle cronache locali e nazionali. Il sito di riferimento è www.generazioniconnesse.it, attivo dal primo gennaio 2015 e nucleo del progetto “Generazioni Connesse”, promosso dalla Commissione Europea. Il sito è ricco di contenuti e materiali messi a disposizione dei ragazzi, ma anche dei docenti e dei genitori. L’attività è coordinata dal Miur e vede la collaborazione del Ministero dell’Interno-Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino.

In occasione del Safer Internet Day 2016 il Miur prevede anche la presentazione uno spot contro il cyberbullismo che sarà trasmesso sulle reti Rai, Sky e Mediaset. Inoltre è stata resa attiva una linea telefonica di ascolto, l’Helpline Generazioni Connesse. Il numero gratuito dedicato ai bambini e ai ragazzi per ottenere consigli, consulenze, aiuto, è l’1.96.96: è attivo 24 ore su 24 ed è a cura del Telefono Azzurro.

Generazioniconnesse è anche su facebook.